Foto

Ogni galleria è su un progetto diverso. Cliccando sulle foto si accede all’intera galleria, si consiglia di attivare la funzione Full Screen. Molte foto hanno una piccola descrizione sul tasto I che racconta la storia di quella particolare immagine.

 

Each gallery is about a different place. Click on a pic to see the whole gallery, Full Screen is suggested. Most photos have a short description on the I button, telling the story of what that particular picture is about.

 

452 21

 

Katsikàs è un paese nel nord della Grecia, vicino al confine con l’Albania. 452 21 è il suo codice postale. A Katsikàs sorge da anni un campo profughi che accoglie centinaia di richiedenti asilo siriani, afghani, iraniani, iracheni, palestinesi, eritrei, etc. Migranti provenienti dalla cosidetta “Rotta dei Balcani”. Ho lavorato per mesi in questo campo e nei campi della vicina Ioannina. Il Ministero degli Interni greco vieta di fotografare l’interno dei campi profughi senza un apposito permesso. Questo permesso non ce l’avevo. Il progetto fotografico 452-21 è costituito dagli scatti fatti nei campi che “ospitano” i migranti nelle città di Idomeni, Ioannina, Igoumenitsa e Katsikàs. Il sottotitolo della raccolta di foto è “affanculo il Ministero degli Interni greco”. Allego i link al sito e alla pagina delle Ong che operano in questi luoghi: “Second Tree” (con la quale lavoravo) e “Habibi Works”.

Katsikàs is a village in northern Greece, close to the border with Albania. 452 21 is its postal code. A once spontaneous refugee camp has existed in Katsikàs since many years, with hundreds of Syrian, Afghan, Iranian, Iraqi, Palestinian, Eritrean, and Eritrean asylum seekers. Migrants from the so-called “Balkan Route”. I worked for months in this camp and in the camps of the nearby Ioannina. The Greek Prime Ministry forbids to take pictures of the inside of a refugee camps without an appropriate permission. I did not have this permission. The photographic project 452-21 consists of the shots I made in the camps that “host” migrants in the cities of Idomeni, Ioannina, Igoumenitsa and Katsikàs. The subtitle of the exhibition is “fuck the Greek Ministry of the Interior”. Here are the links to the site and the Fb page of the NGOs operating in these places: “Second Tree” (with which I worked) and “Habibi Works”.

 

Katsikàs Camp
« 1 di 266 »

 

 

 

INNESTO E RIGETTO

 

I fardelli, i trionfi e le zone d’ombra dell’Occidente nei suoi attacchi atti a plasmare l’America Latina.

The burdens, the victories and the shadows of the West in its attempt to shape Latin America.

 

 

Santiago, Chile
« 163 di 163 »